Pillole dal Consiglio Comunale

Pillole dal Consiglio Comunale

Pillole dal Consiglio Comunale

Consiglio Comunale del 13 novembre 2017

Abbiamo assistito al ripetersi della scena in cui l'Assessore al Bilancio, da noi interpellato, dichiara di non conoscere alcune delle voci a bilancio: eppure le voci di bilancio citate nella delibera all'ordine del giorno non erano molte; crediamo sia doveroso per un Assessore (dipendente stipendiato con i soldi dei Bogliaschini) conoscere al meglio il bilancio che si porta in approvazione in Consiglio Comunale.

Per quanto riguarda il nuovo Regolamento Edilizio, preparato a partire da un modello regionale e portato in approvazione con tempi ristretti (circa tre settimane) a causa di una svista della Regione Liguria, non c'è stato modo di mettere in votazione i nostri nove emendamenti: tra le nostre proposte anche misure per il superamento delle barriere architettoniche e per il contrasto al dissesto idrogeologico. L'Amministrazione Comunale non si è curata di coinvolgere i tecnici operanti nel territorio né la Commissione Edilizia. Per rimediare all'errore di non aver istituito una apposita commissione consiliare il Sindaco ha tardivamente invitato le minoranze ad offrire il proprio costruttivo contributo ipotizzando quindi la possibilità di variare, a breve, un regolamento appena approvato.

Per quanto riguarda le segnalazioni ricevute riguardo le probabili irregolari occupazioni di suolo pubblico del ristorante Just Peruzzi nella piazza Trento e Trieste, il Sindaco ha reso noto che sono stati elevati alcuni verbali e si è dichiarato intenzionato a revocare l'autorizzazione. Noi crediamo che se l'esercente abbia il desiderio di occupare maggiore spazio possa farlo rispettando le norme vigenti e pagando il dovuto.

Alla nostra richiesta di valutare una soluzione alla pericolosità del raccordo tra le vie Sessarego e Cavour, è stata prospettata una sistemazione provvisoria: sarà realizzato un percorso pedonale in continuazione del marciapiede lato ponente della via Sessarego, per una lunghezza di 20 o 30 metri, per consentire ai pedoni poi di raggiungere in maggiore sicurezza il lato levante della via.

Respinta la nostra proposta per limitare l'orario di funzionamento delle slot machine installate sul nostro territorio, occasione persa per il Sindaco per mettere un freno a una piaga sociale come il gioco d'azzardo patologico (ricordiamo che nella sola Bogliasco nel 2016 l'importo giocato presso le slot machine ha sfiorato il milione e mezzo di euro).

Invece approvato il nostro atto di indirizzo per la promozione del vuoto a rendere in paese: impegnata l'Amministrazione a modulare un incentivo che ci auguriamo possa invogliare in gran numero gli esercenti del nostro Comune. La sperimentazione del vuoto a rendere, che partirà da febbraio 2018, riguarda il consumo fuori casa: su base volontaria potranno aderire bar e ristoranti e loro fornitori e distributori, all'insegna di un corretto riutilizzo degli imballaggi e della sostenibilità ambientale.

Close