Pastorino e cemento

Pastorino e cemento

Pastorino e cemento

Il politico dal doppio incarico, Onorevole e Sindaco di Bogliasco, Luca Pastorino, si schiera contro la cementificazione inaugurata dal Piano Casa del Presidente Toti: con quale coraggio?!

Pastorino governa Bogliasco da 10 anni, il suo operato è da cementificatore di professione, i fatti lo dimostrano. Tutti i cittadini di Bogliasco ricordano con nostalgia la “collinetta” con terrazzamenti a secco e ulivi secolari che oggi, dopo la cura Pastorino, risulta cementificata a favore di edifici destinati in parte ad uso residenziale, in parte da supermercati. Oltre al danno ambientale, lascia perplessi, nella pianificazione di questa opera, l’assenza di edifici destinati a servizi di pubblica utilità, ad esempio un edificio idoneo ad ospitare un presidio dell’Arma dei Carabinieri, che rischiamo di perdere.

Per non parlare del progetto per un silos in via Mazzini, reso possibile grazie ad una variante al PRG approvata dall’Amministrazione Pastorino in Consiglio Comunale, decisione su cui pende un ricorso al TAR e una raccolta firme dei cittadini.
Inoltre cosa risponde Pastorino riguardo al cantiere sito in via Cavour, nel quale doveva sorgere un’altra serie di box, fermo ormai da anni, che giace ancora come una carie a cielo aperto alla vista di residenti e turisti?
La coerenza non esiste per Pastorino, ma egli sarà ricordato tristemente come uno dei peggiori cementificatori del Comune di Bogliasco.

 

Potrebbe interessarti anche: Alice Salvatore in sopralluogo al fondovalle di Bogliasco, clicca qui.

Close